CAMPOFRANCO – INCIDENTE NEI PRESSI DELLA EX MONTECATINI  da redazione. Un incidente ha visto coinvolti nella mattinata di martedì, poco dopo le ore 9:00, una Toyota Yaris di colore blu, che percorreva la strada in direzione Palermo, ed un autocarro Iveco. Uno degli autisti, probabilmente a causa della pioggia, ha perso il controllo del veicolo, causando la collisione tra le due autovetture. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Mussomeli, i Finanzieri di Mussomeli, i Vigili del Fuoco di Mussomeli e la Polizia Stradale. L'incidente è avvenuto sulla SS189, subito dopo i cancelli di ingresso della Ex-Montecatini nel tratto di curva che immette nel rettilineo sopra il ponte del fiume Platani. Sulla Toyota Yaris erano presenti un uomo ed una donna, sui 40 anni. L'autocarro Iveco invece era guidato da un uomo, anch'esso quarantenne. Nessuno di essi avrebbe riportato ferite gravi.


CAMPOFRANCO – 6000 CAMPANILI PER ALDO MORO di Rino Pitanza. Campofranco. L’amministrazione comunale di Campofranco guidata dal sindaco Salvatore D’Anna intende partecipare al bando indetto dal Ministero delle Infrastrutture finalizzato all’utilizzo delle risorse degli interventi che fanno parte del primo programma “6000 Campanili”. Nel programma triennale delle opere pubbliche adottato con delibera di Giunta nel marzo di quest’anno e che è in corso di approvazione definitiva da parte del consiglio comunale, è stata prevista la realizzazione delle opere di “Lavori di riqualificazione della via A. Moro e delle zone limitrofe” in considerazione che questi lavori permetterebbero di valorizzare le strade che gravitano  attorno nel centro urbano di Campofranco. Alla luce di questo indirizzo politico-amministrativo, la giunta D’Anna ha approvato la richiesta di contributo finanziario per partecipare al bando denominato “6.000 Campanili”, nominato il responsabile dell’area tecnico ambientale del comune, ing. Salvatore Di Giuseppe come responsabile unico del procedimento e ha approvato la relazione redatta proprio dall’ing. Di Giuseppe e lo schema di disciplinare da redigere tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed il Comune di Campofranco, il cui contenuto sarà vincolante per il Comune di Campofranco nel caso in cui l’opera proposta dovesse rientrare nel programma “6000 Campanili”.


CAMPOFRANCO. SPAZZATURA: QUANTO PAGARE ? di Rino Pitanza. Si è svolto nei locali dell’ATO Ambiente CL 1 l’incontro tra il Comune di Campofranco con l’assessore al Bilancio Vincenzo D’Anna, il responsabile dell’area tecnico-ambientale ing. Salvatore Di Giuseppe e quello dell’area economico– finanziaria rag. Vito La Greca e i vertici ATO con il commissario liquidatore Elisa Ingala e Salvatore Rumeo dell’area Tecnica. La giunta comunale ha contestato il bilancio di previsione 2013, chiedendo e ottenendo la rivisitazione dell’intero piano finanziario elaborato dall’ATO nel giugno 2013. “Dopo un’attenta verifica del suddetto piano – comunica l’assessore D’Anna -  si è constatato che alcune voci di spesa possono essere ridotte perché si riferiscono ad attività non svolte o che si ritiene non vengano effettuate. È  stato contestato anche il costo di alcune voci di spesa: spazzamento e lavaggio strade, manutenzione automezzi, costi e spese varie che costituirebbero economie per il Comune”. Il liquidatore Elisa Engala ha evidenziato lo stato di disagio attuale nel non poter fruire con immediatezza dei dati, suddivisi per centro di costo, a causa della cessazione del contratto di lavoro di 3 unità, ama è stato sottoscritto l’impegno di fornire i costi da attribuire a Campofranco. Cosa che l’assessore D’Anna ritiene indispensabile per “consentire ai nostri uffici di definire la proposta da portare in Consiglio Comunale”. Dalla verifica del piano finanziario si potrà definire l’esatta quota a carico dei cittadini, mentre l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore D’Anna sta provvedendo all’accertamento catastale con eventuali utenze non inserite e verificando il rapporto tra i metri quadrati dichiarati con quelli effettivi, oltre a verificare tutte le possibilità di riduzioni per i cittadini derivanti sia dalla composizione del nucleo familiare che dalle agevolazioni previste per legge. L’attuale tariffa è stata suddivisa in due rate già scadute e l’eventuale differenza, a debito o a credito, sarà calcolata in fase di conguaglio 2013 come peraltro ribadito nell’affollata assemblea dei giorni scorsi.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

PRIVACY::CONTATTACI

Sito web in fase di registrazione presso il Tribunale competente