CAMPOFRANCO – 20 anni fa moriva Alfonso Virciglio, “il Sindaco.” Ma chi era ?

Alfonso Virciglio è stato senza ombra di smentita il sindaco più amato di Campofranco grazie anche ai suoi 25 anni ininterrotti di mandato sindacale, iniziato nel Novembre 1972 ed interrotto il 27 Gennaio 1997 per la sua improvvisa morte. Nasce a Campofranco il 19 giugno 1934 e dopo le elementari e medie a Campofranco negli anni ’40 e ‘50 del secolo scorso frequenta l’Istituto Magistrale “De Cosmi” di Palermo dove ottiene il diploma nell’anno 1954. Nel corso degli anni si dedica con innata passione e successo alla musica ed al calcio (prima da giocatore, poi da allenatore e direttore sportivo, sempre nell’ambito delle squadre di Campofranco), e si impegna nell’Azione Cattolica di Campofranco, la prima fucina di formazione morale, spirituale e di avviamento all’impegno sociale. Nel 1959 vince il concorso magistrale e si trasferisce a Turate (prov. Como) dove insegna alla Scuola Elementare sino all’anno 1961, anno in cui viene trasferito alla Scuola Elementare di Campofranco. Nel contempo, si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università di Palermo dove nel 1964 ottiene la laure in Lettere Moderne. Nell’anno 1965 passa dalla Scuola Elementare alla Scuola Media di Campofranco dove svolgerà ininterrottamente sino all’anno del suo pensionamento (1996), l’attività di insegnante di Lettere (Italiano, Latino, Storia e Geografia). Viene insignito del grado di Ufficiale di complemento nell’Esercito dove (in fine carriera) raggiungerà il grado di Capitano.

L’ultimo periodo degli anni ’60 rappresenta gli anni della maturazione della scelta e dell’impegno politico come parte rilevante della sua vita. Nel 1970 assume responsabilità dirette nell’attività politica partecipando, quale indipendente nelle liste del Partito Comunista Italiano (P.C.I.), alle elezioni del Consiglio Provinciale di Caltanissetta, alle quali viene eletto Consigliere Provinciale. Nel novembre del 1972, quale capolista di una lista civica denominata “Torre con Orologio” sostenuta dal P.C.I. e dal P.S.I., viene eletto Sindaco di Campofranco. Sarà, poi, riconfermato nelle successive elezioni amministrative tenutesi, rispettivamente, negli anni 1978, 1983, 1987 e 1993, sostenuto da maggioranze politiche appartenenti, comunque, alla “casa comune della sinistra italiana” e, per espressa volontà popolare, Sindaco di Campofranco ininterrottamente per 25 anni.

Il nome di Alfonso Virciglio è indissolubilmente legato ad una irripetibile, intensa e feconda stagione della storia sociale, culturale, politica e amministrativa di Campofranco. La sua figura è rimasta indelebile nella storia del paese quale grande uomo, umile ed onesto, capace di mostrare grande dedizione, spirito di servizio, sacrificio, impegno di studio e di ricerca, sempre pronto e disponibile verso i bisogni dei cittadini, specialmente di quelli più svantaggiati, dando prova, nell’assolvimento dei doveri di Sindaco, di competenza, abnegazione, lungimiranza, autorevolezza, e caparbietà, contraddistintosi per la trasparenza e la moralità nell’azione amministrativa.  Grazie alle innumerevoli energie spese da Alfonso Virciglio nel corso del suo lungo incarico sindacale, il paese di Campofranco è stato dotato di strutture pubbliche all’avanguardia e di ottimo livello, quali: asilo nido, scuola materna, scuole elementari e media, campo di calcio, piscina comunale, palazzetto dello sport, villa comunale, strade; In sostanza, è stata la personalità politica che ha saputo dare un volto nuovo, moderno ed avanzato al paese ed i presupposti di crescita sociale e culturale ai suoi concittadini. Si è prodigato, inoltre, in sinergia con le forze sindacali, in difesa dei diritti dei lavoratori ed a salvaguardia del lavoro, diventando anche punto di riferimento nelle scelte politiche, sociali e sindacali del “Vallone” e dell’intera provincia di Caltanissetta, per la sua efficienza amministrativa, quantità e qualità delle idee, e per il dinamismo culturale e politico profuso.  Colpito da un male incurabile, la sua breve e intensa esistenza si spezzerà all’improvviso il 27 gennaio 1997 nel corso di un viaggio istituzionale in Germania organizzato per ringraziare il benefattore italo/tedesco che aveva provveduto ad una donazione in favore della Piscina Comunale. Ai suoi funerali, svoltisi il 31 gennaio 1997 nella Chiesa Madre di Campofranco, una grande partecipazione popolare sancisce l’affetto ed il riconoscimento della comunità di Campofranco per il Sindaco Alfonso Virciglio.

Sabato 28 Gennaio alle ore 19,00 nel salone Giovanni Paolo II si svolgerà un incontro per ricordar-ne la figura. Noi del Platani seguirà l’evento con diversi appuntamenti prima, durante e dopo la manifestazione 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*