ECCELLENZA – Un Mussomeli rinnovato batte il Castelbuono: 3 a 1 firmato Messina

  

Si presenta alquanto rinnovato il Mussomeli del presidente Salvatore D’Amico, a cominciare dal nuovo allenatore.  Dopo l’esonero di mister Alfredo Mattina (che in verità ha ben poche colpe) a sedere sulla panchina rossoblù è Accursio Sclafani che sarà coadiuvato dal suo “secondo” Lillo Bonfatto. E poi il ritorno di Panepinto che insieme a Ciancimino, Chiparo ed Alba hanno portato una ventata di freschezza. Certo, l’avversario di oggi non era certo di quelli che ti mettono in difficoltà: il Castelbuono di mister Comito è ancora in fase di costruzione, molto giovane e mancante di alcune pedine di esperienza. Il primo tempo vede le due squadre fronteggiarsi soprattutto a centrocampo e tentare di impensierire i relativi portieri con tiri da lontano con Morello e Cornazzani per gli ospiti e con Treppiedi e Ferrara per il Mussomeli. Tutto questo sino alla mezzora quando il Mussomeli passa in vantaggio: un incontenibile (per tuta la gara) Panepinto semina il panico nella retroguardia palermitana e mette in mezzo per Fabio Messina che mette in rete il suo ottavo gol stagionale.  Il Castelbuono ha l’occasione per pareggiare subito: cross di Duro per l’accorrente Cornazzani che al volo manda di poco alto. Sul finire del tempo il Mussomeli raddoppia con Gianfrancesco Messina che come n falco approfitta di uno svarione della difesa ospite per il gol del 2 a 0. Il secondo tempo è un monologo del Mussomeli che con Treppiedi dal limite impegna il portiere ospite. L’occasione per il terzo gol parte da Treppiedi per Alba che mette in mezzo con Panepinto e Messina che aspettano che segni… l’altro e alla fine la difesa libera. Ma la rete è nell’aria e arriva al 63′ con Gianfrancesco Messina che ottimamente servito da Treppiedi segna il gol della sua doppietta e della sicurezza per il Mussomeli con un preciso diagonale che non lascia scampo a Keita. La squadra di casa si sente appagata e non si danna l’anima concedendo al Castelbuono sprazzi di potenziali occasioni che si concretizzano all’80esimo con un tiro di Kanè respinto dall’inoperoso De Miere: sul pallone arriva per primo Duro che insacca il gol della bandiera. Nei minuti di recupero è De Miere che dice di no ad un tiro ravvicinato a botta sicura di Ferrante per un 3 a 1 che consente al Mussomeli di salire qualche posizione in classifica e cominciare una nuova era. Per il Castelbuono ci sarà molto da lavorare per evitare la retrocessione diretta. I migliori: Ferrara per il Mussomeli e Acquaviva per il Castelbuono. A breve la sintesi e le interviste

MUSSOMELI         3
CASTELBUONO    1
Mussomeli: De Miere, Nucera (77’ Zarcone), Chiparo (82’ Scozzaro), Ferrara, Licari, Ciancimino, Panepinto, Alba, Messina F. Treppiedi (84’ De Francesco), Messina G. (69’ Guastella). All. Sclafani. A disposizione: Schifano, Mingoia, Catania, Bonura
Castelbuono: Keita, Romé, Agusta (46’ Konè), Duro, Acquaviva, Julian (86’ Circxo), Priolo (58’ Malta), Morello, Cornazzani, Ferrante, Di Maggio (63’ Scelta). All. Comito A disposizione: Tinnirello, Viscuso
Arbitro: Spedale di Palermo; Assistenti: Parrinello e Barone di Marsala
Reti: 30’ Fabio Messina; 41’ e 63’ Gianfrancesco Messina; 80’ Duro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*