Facci una croce sopra…

    

 

Vuol dire considerare una faccenda ormai conclusa, mettrsi il cuore in pace, sapere che ormai non c’è più nulla da fare. Si usa in particolar modo riferita a qualche perdita, per delusioni d’amore o per un insuccesso. La locuzione deriva dall’abitudine degli antichi contabili di tenere i libri con la lista dei creditori: quando sapevano che non sarebbero riusciti a recuperare il proprio denaro, facevano una croce accanto all’indicazione del dovuto, in segno di definitivo abbandono delle speranze.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*