FAVARA – “Non dimentichiamo il barone Mendola. Un euro per ogni alunno”.

“Favara non può e non deve dimenticare il suo più nobile benefattore, il barone Antonio Mendola”. A lanciare l’appello è il favarese Fabrizo Tinaglia. “Il 18 febbraio del 1908 moriva uno dei cittadini più illustri di Favara, il barone Antonio Mendola – ricorda Tinaglia – filantropo e benefattore fu anche letterato e politico. Lascia in donazione a Favara quasi tutto il suo patrimonio”. Tutto a Favara parla del barone Mendola, la biblioteca e il municipio, l’opera pia e il museo. “Favara forse è meno riconoscente di quello che dovrebbe essere non è ancora riuscita a omaggiarlo del busto bronzeo che lo raffigura, rubato da ignoranti mani”. Per Fabrizio Tinaglia è questa una mancanza alla quale si dovrebbe subito rimediare, magari promuovendo una raccolta da parte dagli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, magari con una raccolta di un euro per ogni alunno.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*