FAVARA- Parte “Casting Process” a cura di Mauro Romito: trasformare i propri limiti in talenti

Sabato 10 Marzo alle ore 17.00 l’ artista poliedrico Mauro Romito darà luogo a Palazzo Cafisi, ad alcune performances attinenti al progetto Casting Process.
Si tratta di  un laboratorio sulla presenza del corpo nella scena, non solo teatrale ma anche quotidiana. Un laboratorio di azioni creative che mira a sviluppare le risorse personali e relazionali dei partecipanti attraverso esercizi e attività che scardinano le abitudini, per sperimentare, senza alcuna ambizione di risultato.
Attraverso esercizi e improvvisazioni si spazierà tra vari linguaggi: teatro, danza, giochi, musica, riti e quotidianità per mettere in pratica le possibilità del corpo, della voce, delle relazioni, dello spazio e degli oggetti. La scena sarà un luogo di libertà dove trasformare i propri limiti in talenti. Con gesti, azioni, movimenti e , per chi vorrà, con parole e canzoni.
La parola “casting” accende l’immaginario dello spettacolo, l’idea di una selezione attraverso una prova, prova valutata da qualcuno che ci giudica e ci assegna una parte.
Il Casting Process è invece il processo di fusione di un metallo che prende la forma desiderata attraverso un calco. Così nascono le sculture, i gioielli o le armi.
Questo processo sarà la suggestione che guiderà la ricerca, senza nessun giudice. Ognuno sarà il creatore della sua forma, si divertirà a fondere storie personali, vizi e virtù, difetti e pregi, vittorie e fallimenti, vergogna e coraggio.
Con un lavoro di training fisico ed esercizi creativi, si cercherà nell’unicità del gruppo e di ognuno dei partecipanti, i limiti e i punti di forza, le cose che ci piacciono e quelle che proprio detestiamo, quello che siamo bravissimi a fare e quello che non ci riesce per niente.
Per non farci assegnare delle parti, ma trovarle dentro il calco che riusciamo a immaginare.
A partire da oggi  sarà possibile richiedere maggiori informazioni ed iscriversi al laboratorio “Casting Process”.
Per info e iscrizioni : 350 08 19 194

Mauro Romito
artista e formatore, si occupa di performance e video.
Dal 2006 comincia un percorso nelle arti visive con il linguaggio della videoarte portandosi dietro l’esperienze della scena e lavorando soprattutto con le videoperformance.
Partecipa a molte mostre e festival nazionali e internazionali in spazi d’arte istituzionali e indipendenti, accademie e gallerie d’arte. Dal 2009 inizia a lavorare sulla performance in vivo con un progetto, “Fucking Men” a Trento e “Fundamuntum Divisionis” al chiostro di Michelangelo, invitato al progetto dei Critical Art Ensemble per dOCUMENTA13 partecipa con la performance “Halo Effect”.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*