GROTTE-“Il cinema di Gian Paolo Cugno”, tutto pronto per il secondo appuntamento









Tutto pronto per il secondo appuntamento della rassegna dal titolo “Il cinema di Gian Paolo Cugno” che si svolgerà venerdì 29 marzo 2019 alle ore 20.00 presso il Centro Polifunzionale “San Nicola” di Grotte. Il  cineforum città di Grotte è un evento ideato e diretto da Aristotele Cuffaro, presidente  dell’ Associazione Teatrale Culturale “Nino Martoglio”, patrocinato dal comune di Grotte in  collaborazione della Fidapa sezione di Racalmuto e dalla Proloco “Herbesuss “. Il film prescelto per la serata è “La bella società”, film di genere drammatico del 2009, diretto da Gian Paolo Cugno, con Raoul Bova e Maria Grazia Cucinotta. Uscito al cinema il 21 maggio 2010 e distribuito da Medusa Film. Il film è ambientato nella Sicilia tra gli anni sessanta e agli anni ottanta. Si tratta di una trama davvero ricca di intrecci che si propone di rivelare i mutamenti repentini della terra sicula  e della sua popolazione.

Il regista Cugno racconta così in maniera  esclusiva una Sicilia inedita e passando per  conflitti familiari, scontri di classe e lotte sociali riesce a regalare anche la bellezza suggestiva dei paesaggi siciliani incontaminati e dai colori abbaglianti.

Protagonisti Giuseppe e Giorgio sono due fratelli adolescenti cresciuti senza il padre. Vivono e lavorano in una casa immersa nei campi di grano di una Sicilia arcaica e difficile, i due sono interpretati da David Coco e Marco Bocci, Mariagrazia Cucinotta interpreta Maria, madre vedova dei due ragazzi mentre Raul Bova è Romolo, cinematografaro venuto in Sicilia dalla capitale per girare un film.

Vedremo poi Giancarlo Giannini nei panni del farmacista Antonio Guarrasi segretamente innamorato di Maria ed Enrico Lo Verso, Nello, amico dei due fratelli e figlio del farmacista. Tra gli interpreti anche Antonella Lualdi e Franco Interlenghi, tra le coppie più amate nel cinema, nei panni dei genitori di Romolo giunti nell’isola alla ricerca del figlio misteriosamente scomparso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*