GROTTE – Premio “Nino Martoglio” 2018

Domenica 12 agosto alle ore 21.00, in Piazza Umberto I, si svolgerà la cerimonia del prestigioso Premio ideato e diretto dall’ artista Aristotele Cuffaro.

Il  Premio Speciale “Gregorio Napoli” sarà conferito a Leo Gullotta, straordinario talento comico e drammatico al contempo, l’ attore originario di Catania a diciotto anni debutta in televisione nello sceneggiato “Mastro Don Gesualdo”. Tra i suoi film ricordiamo: Mi manda Picone (Loy, 1984, Nastro d’argento miglior attore non protagonista), Il camorrista (Tornatore, 1987, David di Donatello non protagonista), Il carniere (Zaccaro, 1997, David non protagonista), Un uomo perbene (Zaccaro, 1999, David non protagonista), Vajont – La diga del disonore (Martinelli 2002, Nastro non protagonista), Baaria – La porta del vento (Tornatore 2008), Il padre e lo straniero (Ricky Tognazzi, 2010). Una lunga militanza nella compagnia del Teatro Stabile di Catania nel 1979 si trasferì a Roma e cominciò a lavorare in televisione raggiungendo il grande successo con i varietà del Bagaglino trasmessi da Rai e reti Fininvest: Biberon (1989), Crème caramel (1991), Bucce di banana (1994) ecc. Appare in fiction televisive di successo: Cuore (2002), Il Bell’Antonio (2004), La stella dei re (2007) ecc. Anche doppiatore, è il mammut Manny in L’era glaciale e L’era glaciale 2 – Il disgelo. Dalla scomparsa di Oreste Lionello (2009) presta la voce a Woody Allen.

Il Premio Speciale “Francesco Pillitteri”   va all’ attore  Nino Bellomo, che da poco ha spento 96 candeline e che continua ad emozionare il suo pubblico con la sua arte recitativa senza tempo. Tra i suoi film come interprete, ricordiamo:

Indovina chi sposa mia figlia (2009), Linda e il Brigadiere 2 (1998), Il giudice ragazzino (1994), Blues metropolitano (1985).

Premio Speciale “Alla memoria” a  Tony Cucchiara  scomparso a maggio 2018. Cantautore, attore e autore televisivo agrigentino nel 1956 debutta alla radio, nella trasmissione La famiglia dell’anno, mentre l’anno dopo partecipa al varietà televisivo Voci e volti della fortuna, legato alla Lotteria di Capodanno. Inizia ad incidere i primi 45 giri per la Vis Radio, etichetta napoletana. Scritturato nel 1960 dalla Rai, si trasferisce a Milano, dove fa amicizia con un altro giovane siciliano Pippo Baudo, e dove lavora con molte grandi orchestre come quelle di Piero Umiliani e di Pippo Barzizza.

Artista eclettico che ha innovato il genere del musical, cantante, uomo di teatro, autore di programmi televisivi con Michele Guardì,.

La manifestazione sarà presentata da Francesco Bellomo e Caterina Milicchio. 

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*