Il pomo della discordia

   

 

Ovvero, il punto per cui si è in disaccordo, ciò che causa dissidio. Il detto trae origine dalla mitologia, dove la leggenda narra che durante un matrimonio tra Teti e Peleo, si presentò Temi, la dea della discordia, arrabbiata perchè non era stata invitata al banchetto nuziale. Per vendicarsi, la dea lanciò verso i commensali un pomo tutto d’oro con la scritta “alla più bella”. Tre divinità si contesero quella mela: Venere, Minerva e Giunone. Per scegliere chi fosse la più bella, Giove scelse come arbitro Paride, figlio del re di Toria. Le tre dee cercarono di corrompere Paride offrendogli regali: Minerva la sapienza, Giunone la ricchezza e Venere l’amore. Paride scelse Venere e, in seguito, riuscì a conquistare la bella Elena che rapì innescando la guerra di Troia, narrata nell’Iliade.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*