SUTERA – Approvato progetto di accoglienza internazionale

Approvato il progetto che vede il comune nisseno rientrare nella graduatoria per i 20.000 posti di accoglienza per coloro che richiedono oppure sono titolari di protezione internazionale messi a disposizione dagli Enti Locali. In seguito al bando pubblicato dal Ministero dell’Interno nell’ambito dello SPRAR – Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati – l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Grizzanti ha visto approvato il progetto rivolto a 15 beneficiari per la categoria ”ordinari”, di cui 9 componenti nuclei familiari e 6 componenti nuclei familiari monoparentali. Il progetto prevede l’accoglienza, comprensiva di fornitura di vitto ed alloggio, attività di orientamento sociale e lavorativa, orientamento alla assistenza sanitaria; alfabetizzazione e insegnamento della lingua italiana; tutela legale; percorsi personalizzati di integrazione e di accompagnamento alla autonomia personale, sociale, economica ed abitativa; sostegno alla genitorialità; accompagnamento scolastico (per gli eventuali minori del nucleo e in età scolare). Le strutture di accoglienza saranno individuate tra quelle che sono già esistenti nel territorio di Sutera. “Il nostro comune – ha commentato il sindaco Giuseppe Grizzanti – aveva affidato l’incarico della redazione e presentazione del progetto all’associazione ONLUS “I Girasoli” di Mazzarino, che vanta una pluriennale esperienza nella gestione di progetti di accoglienza di rifugiati e richiedenti asilo. Sarà la stessa associazione a provvedere alla gestione di buona parte dei servizi.” Il progetto ha una durata di tre anni e un costo previsto di circa € 263.000,00 annuali comprensivo del cofinanziamento da parte del comune che si accollerà la spesa per il 20% del costo complessivo totale. Il cofinanziamento, comunque sarà a costo zero per le case comunali in quanto è previsto sotto forma di prestazione del personale comunale. Per assicurare i servizi del progetto si prevede l’impiego di personale assunto dall’ente gestore con contratti a tempo determinato part time, per un numero di ore sufficienti a garantire un corretto funzionamento dei servizi offerti. “Il progetto – conclude il sindaco Grizzanti – oltre all’aspetto prettamente economico vantaggioso per la comunità suterese, permette alla nostra cittadina di sventolare ancora una volta il vessillo della solidarietà e dell’ospitalità vera e reale.”

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*